Tappa 13.
Anello Ramo Sud

Santuario Madonna di Canneto – San Donato Val di Comino

Segnavia del Parco
Distanza
Difficoltà

O7, O8
18,5 km
Escursionistica impegnativa

D+
D-
Quota Max

624 m
1021 m
1175 m slm

Area Protetta attraversata

 

 

Borgo di Settefrati – Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Acquerello di Giampiero Pierini

Questa tappa si snoda interamente nel versante laziale del Parco Nazionale, dove per i 3/4 dell’itinerario avrà un andamento che seguirà tutte le corrugazioni delle parti di versante a bassa quota (foto) di catene montuose che raggiungono e spesso superano anche i 2000 m.

Solo nel primo tratto, in Val Canneto, i boschi saranno dominati da una faggeta ombrosa senza soluzione di continuità, mentre per via della successiva esposizione variabile dei pendii tra Settefrati e San Donato Val di Comino si incontrerà un’alternanza di boschi differenti.

Si alternano anche le pendenze, con due dislivelli anche importanti ma che non fanno superare mai la quota dei 1200 m.

Si lascia uno dei Santuari più importanti dell’area per traversare, circa a metà tappa, uno borghi tra i più belli del Parco (foto), impreziosita della chiesa di Madonna delle Grazie, luogo FAI, e giungere ad un altrettanto suggestivo paese.

La seconda parte della Tappa prosegue sul sentiero del Parco con segnavia O8, che da Settefrati sale su strada carrabile e poi riscende, poco prima di arrivare ad una fonte, prima zigzagando in una valle e poi lambendo i coltivi.

En

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi