Orme            10a

BIOLOGIA

Segni di presenza

 

L’avvistamento, la fotografia e il ritrovamento di carcasse sono segni diretti di presenza del lupo alquanto inequivocabili, ma difficili da ottenere.
Per una specie altamente elusiva come il lupo e che si sposta su ampi territori è più agevole cercare i segni indiretti, come le piste e gli escrementi.
Il ritrovamento di una o poche impronte non può dare infatti la certezza che esse siano state lasciate da un lupo o da un cane di dimensioni simili.
Bisogna invece studiare le piste (ritrovate sulla neve, sui tratti fangosi, o in particolari condizioni persino sul bagnasciuga), tracciandole per centinaia di metri o chilometri. Dal loro studio possono essere ricavate informazioni quale il numero di animali presenti o il loro comportamento.
Gli escrementi invece sono tipici, contengono i resti indigesti dei loro pasti, come peli, ossa e unghie, e hanno un odore caratteristico. I lupi utilizzano urine e feci anche per marcare il territorio e quindi è facile ritrovarle in punti noti, detti siti di marcatura.
Spesso vicino ad essi si possono vedere anche le raspate evidenti del lupo che rafforzano i messaggi odorosi e visivi associati alla deposizione degli escrementi. Più raro è il ritrovamento di peli e di resti alimentari, che possono essere di difficile interpretazione.
Anche l’ululato, singolo o corale testimonia la presenza della specie in un’area.

 

 
 

STORIA

Tecniche di monitoraggio

Non è facile studiare e monitorare in natura un animale elusivo e intelligente come il lupo.
Dagli anni ’70 ad oggi sono state sperimentate e utilizzate in Italia diverse tecniche. Tra queste troviamo il wolf-howling, che consiste nell’emettere ululati registrati, così da indurre una risposta da parte dei lupi e verificare nei mesi estivi la riproduzione di un branco.

E’ una tecnica piuttosto invasiva, che deve essere perciò utilizzata in maniera appropriata e solo nell’ambito di monitoraggi specifici.
Un’altra tecnica è lo snow-tracking, che si effettua tracciando le piste che i lupi lasciano sulla neve per ottenere informazioni sulle dimensioni del branco, sul sesso dei vari lupi presenti, sul comportamento o addirittura raccogliere campioni biologici come fatte e peli.

Con l’utilizzo di trappole fotografiche si può valutare il fenotipo dei lupi, la presenza di cuccioli, lo stato di gravidanza, la presenza di malattie. I reperti biologici possono essere analizzati in un laboratorio di genetica e le fatte sono utili anche per lo studio della dieta.
Una tecnica di monitoraggio efficace è l’applicazione di un radiocollare GPS che registrerà le posizioni del lupo, inviandole in tempo reale agli studiosi.
È un tipo di attività complessa che necessariamente si deve avvalere della collaborazione di biologi e medici veterinari.

 
 

CURIOSITA'

Lupo o cane?

 

Lupo o cane?

Non sempre è possibile determinare con certezza il reperto, specie se è incompleto o rimanda a foto sfocate o senza un riferimento metrico. Proviamo a dare qualche indizio: una impronta di lupo adulto misura circa 8 cm. di larghezza per 10 di lunghezza, ma può essere anche più grande a seconda del substrato e del tempo intercorso fra l’impressione e il ritrovamento.
E’ bene ribadire che una o poche impronte sono indistinguibili da quelle di un cane con dimensioni simili.
La pista di lupo è più caratteristica: essa è formata da una serie di impronte allineate con un passo di circa un 1,0 – 1,20 m. Le piste di un cane invece in genere vagano a zig zag e le impronte sono alternate a destra e sinistra di una ipotetica linea centrale.

Le fatte dei lupi si distinguono da quelle dei cani per la deposizione in siti di marcatura noti, le grosse dimensioni (almeno 3 cm di diametro e 10 di lunghezza), il contenuto di resti indigesti come peli e ossa, l’odore acre e pungente.
Spesso infine in natura i lupi sono confusi con razze di cani tipo lupoide, come il pastore tedesco e il cane lupo cecoslovacco.

Gli elementi che vanno osservati fra gli altri sono la forma della testa, la lunghezza delle orecchie, il portamento della coda, la presenza di barre scure sulle zampe anteriori.

 

En

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi