Difesa            4a

BIOLOGIA

Territorialità

 

Il lupo è un animale territoriale, ovvero definisce e mantiene un territorio nel quale può soddisfare tutte le sue esigenze e quindi svolgere le normali attività quotidiane. In Italia in media i territori hanno dimensioni di 200-300 Km², ma la loro grandezza varia in base al tipo di ambiente che si presenta, infatti risulta essere inversamente proporzionale alla disponibilità di cibo e spesso limitata da barriere di tipo antropico.


Il territorio in genere viene scelto dal branco in base alle sue potenziali risorse e poi difeso da altri lupi invasori attraverso alcune strategie. Tra queste la più comune è certamente la marcatura odorosa, effettuata con feci e urina, con cui i lupi lasciano sul territorio informazioni su di essi come il sesso ed il rango, ma è usato anche l'ululato e in alcuni casi il diretto scontro fisico.


All'interno del proprio territorio ogni branco riconosce zone adibite a uno scopo ben preciso, infatti vengono definite aree di ritrovo, di riposo, di caccia e il tutto è vissuto da ogni individuo come una vera e propria casa.

 

 
 

STORIA

Dinamica di popolazione

Sebbene il numero di lupi nel nostro territorio sia aumentato negli ultimi quarant’anni, non bisogna pensare che cresca in modo esponenziale. Infatti la densità della popolazione dipende da più fattori: innanzitutto dall’abbondanza delle prede , poi dal fatto che in un branco si riproduce solo la coppia dominante e solo una volta all’anno, ed infine che la femmina dà alla luce 2 - 6 cuccioli per parto dei quali però spesso non tutti sopravvivono.

Bisogna anche tener conto che sono molti i pericoli a cui gli individui vanno incontro durante la loro vita, soprattutto nei periodi di dispersione (dispersal), cioè quando si allontanano dal branco e si spostano solitari in luoghi sconosciuti alla ricerca di un partner e di un nuovo territorio.

Possono infatti entrare in territori di altri branchi scontrandosi con i “legittimi proprietari”, rischiando anche la vita, oppure può capitare che non riescano ad alimentarsi o essere investiti, dovendo attraversare le molte infrastrutture viarie presenti nel nostro territorio. Un altro pericolo frequente che incontrano i lupi, anche durante la vita di branco, è quello di rimanere feriti dai selvatici (cinghiali, caprioli etc.) durante la caccia;

e la guarigione di tali lesioni in natura non è assicurata. Ma è ancora più frequente che rimangano vittime delle uccisioni dolose o colpose dell’uomo, con il bracconaggio tra le prime cause.

 
 

CURIOSITA'

Nel resto d’Europa

 

In Italia il Lupo è protetto da leggi nazionali, direttive della comunità europea come la 92/43/CEE detta "Habitat" e convenzioni internazionali come la CITES, rendendo la specie particolarmente tutelata sul nostro territorio; in altri Paesi invece le cose sono diverse. In buona parte dei Paesi dell’Est è considerato specie cacciabile; in altri, sia dell’Est che in Grecia e Spagna, il lupo non è completamente protetto, mentre altri ancora, come Francia e Finlandia, aderiscono alle normative europee ma hanno chiesto delle deroghe in materia di conservazione.

Per quanto riguarda la Direttiva Habitat infatti esiste la possibilità dei Paesi membri di chiedere l'autorizzazione in deroga alla Direttiva di catturare o abbattere esemplari di specie di interesse per la conservazione come il lupo, per motivi di ricerca o didattica, ma anche di rilevante interesse pubblico (sanità, sicurezza, economia).

Ciò non vuol dire che si apra una caccia sregolata, anzi il tutto dovrebbe essere ben motivato, eseguito da personale addetto e rispettando comunque certe soglie massime di individui che si possono prelevare per non pregiudicare la popolazione della specie interessata dal provvedimento.

Per quanto riguarda il lupo alcuni studi però hanno dimostrato che l’abbattimento di alcuni individui, destrutturando i branchi e provocando la dispersione dei superstiti, rischia di portare effetti negativi, come un aumento delle predazioni sugli animali da allevamento.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi