Presentato un interessante e costruttivo Convegno su La Via dei Lupi 2.0…al Castello Savelli di Palombara Sabina!

VAL CANNETO di nuovo percorribile
5 Maggio 2019
Un arrivederci al gruppo dei Viandanti Emiliani
8 Giugno 2019

Sabato 11 maggio presso il bello e panoramico Castello Savelli di Palombara Sabina, il Parco dei Monti Lucretili, ha organizzato un convegno per promuovere la Via dei Lupi 2.0.

La scaletta degli interventi, molto nutrita e di alta qualità, ha trattato sia temi strettamente correlati al lupo che temi di natura più promozionale, fino alla testimonianza diretta di alcune eccellenti escursioniste, che il trekking se lo sono percorso per buona parte o tutto intero!

Incontro aperto dai saluti del Sindaco di Palombara Sabina, Alessandro Palombi, e dalla Presidente del Parco organizzatore, Barbara Vetturini; subito a seguire la Direttrice del Parco dei Monti Lucretili, Laura Rinaldi, ha avviato le relazioni tecnico-esperienziali, con una riflessione ampia sia sulle azioni di qualità che possono scaturire da una sempre maggiore sinergia tra aree protette limitrofe, collegate di volta in volta da narrazioni e tematiche differenti, sia sulle importanti opportunità che tali azioni possono/dovrebbero avere come ricaduta sul piano dell’ospitalità e del turismo lento per i territori interessati.

Di rilievo è stata anche la presenza, per l’intero incontro, del Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Antonio Carrara, attento uditore.

I successivi due relatori, Paolo Ciucci e Valeria Salvatori, hanno, da punti di vista leggermente differenti e con gradualità, portato a riflettere la platea sulle diverse e complesse relazioni che in questi anni sempre più stanno emergendo ed influenzando il rapporto tra noi esseri umani e loro, carnivori predatori selvatici. Illustrando anche alcuni interessanti e indispensabili metodi di mitigazione del contrasto socio-culturale, che da almeno un decennio sono impiegati in alcuni territori spesso “inquieti”.

A seguire e voltando pagina, Daniela D’Amico ha stimolato e coinvolto gli astanti guidandoli nel pensiero di quali corde sia meglio toccare affinchè la comunicazione armonica di una qualsiasi rete, in questo frangente composta da aree protette ed operatori d’ospitalità e turistici, risulti la più efficace.

Con Alessandro Piazzi e Angelo Maria Mari ci si è addentrati nelle bellezze delle aree protette che si attraversano e nei numeri del trekking a tutto tondo.

Tra le ultime, ma non per minore interesse, anzi (!), due stupende camminatrici ci hanno fatto entrare nel vivo dell’avventura, narrandoci gioie e dolori che hanno ricevuto dal percorrere la Via dei Lupi per più giorni.

In ordine, Claudia Errico, che in piena estate, assieme ad un’amica, Sara Carallo, hanno percorso 6 tappe piuttosto centrali del trekking dando un’interpretazione molto social sostenuta da vivide relazioni, sono riuscite a colmare una certa mancanza di conoscenza ed inconsapevolezza che aleggiava sulla Via dei Lupi prima del loro passaggio. Indispensabili e coinvolgenti!

Con Alessia Cella invece il racconto è stato molto più intimo, riflessivo, con Lei e la Natura. Una solitaria, al principio della primavera, arricchita dalla ricerca dell’esperienza di bivacchi spartani in rifugi in quota non o poco gestiti e che ha mostrato tutta la tenacia e la trasformazione interiore che un percorso di tante tappa comporta. Umile insegnamento da far proprio!

In fondo, come una bella e inaspettata sorpresa, Enrico Di Cintio, della Sezione Cai di Valle Roveto, che nel suo accalorarsi per i luoghi d’origine ci ha ammaliati con la lettura di una piccola grande poesia del panamense Rubén Blades Bellido De Luna.

Un incontro che è cresciuto via via che si susseguivano le testimonianze, lasciando in chiusura una piacevole sensazione di buono e di bella intesa che si va fortificando.

Insomma, di un qualcosa che uscendo e voltando le spalle al castello, con una certa consapevolezza, sarà sia un armonioso ricordo, che un incipit per nuove idee e concrete azioni a favore di questo favoloso trekking a tappe!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi